PIRENEI IN FUORISTRADA

PIRENEI IN FUORISTRADA

Percorso:
Itinerario di circa 1300 km di cui il 60% di piste e strade sterrate.
Veicoli:
Moto fuoristrada monocilindrico Moto fuoristrada bicilindrico
Difficoltà:
Facile con alcuni brevi tratti impegnativi.
Sistemazione:
Alberghi ed agriturismi medio livello.
Prezzo a partire da:
Quota partecipazione 1250 euro.

Questo viaggio in fuoristrada nei¬† Pirenei √® giunto alla 3a edizione. Era da anni che volevamo proporre un viaggio in questa regione, abbiamo cosi’ deciso di effettuare i sopralluoghi¬† necessari nell’autunno del 2013 ed il risultato e’ un itinerario¬† di circa 1300 km ad anello che, partendo dalla costa francese, raggiunge¬† Ainsa e ritorna¬† sul versante spagnolo¬† fino alla base di partenza. Il tracciato e’ quanto piu’ di vario si possa pensare, dalle piste nella pianura in mezzo a distese di ulivi alle strade d’alta quota over 2000 mt s.lm. , dalle¬† mulattiere tecniche e sassose alle piste forestali che attraversano boschi di pini. Il tutto in uno scenario¬† molto suggestivo, tra borghi abbandonati ed antichi paesi, costeggiando laghi e siti¬† storici, la costante che accomuna¬† i tanti punti raggiunti e’ la quasi totale assenza di traffico e di presenza umana. Il paesaggio in alcuni tratti¬† ricorda quello della Sardegna e del Marocco, la lingua e la gastronomia sono quelle mediterranee; in definitiva¬† e’ un vero viaggio¬† destinato ai¬† cultori delle mono e¬† bicilindriche da entro – fuoristrada e del loro impiego a 360¬į.

PROGRAMMA

1¬į giorno

Viaggio di trasferimento dall’ Italia ad Argellels sur Mer¬†dove ci incontreremo in albergo al sabato sera.

2¬į giorno

Partenza da Argelles si raggiunge Collioure e dopo pochi chilometri iniziano gli sterrati in quota con magnifica vista sul mare. Ambiente mediterraneo e piste scorrevoli. Si entra in Spagna attraverso Banvuls, superata un suggestivo santuario isolato si prosegue su sterrati alternati a tratti asfaltati nella pianura coltivata ad ulivi. Raggiunto il Panta de Boateda embasse artificiale sosta per pranzo a Sant Llorenc de la Muga dove sorge magnifica chiesa del XII secolo. Trasferimento su asfalto in una bella valle poi sterrato a Sadernes e raggiungiamo albergo a Camprodro. 170 km.

3¬į giorno

Partenza d albergo e dopo pochi chilometri inizia sterrato fino a Ribes des Frebes poi su asfalto attarversiamo il Parco del Cadi in ambiente già montano in quota e poi nuovamente sterrati attraverso rocce rosse verso Santa Fe’ (!!) in un tratto del parco. Alterniamo altri tratti di sterrato in media quota fino ad arrivare ad ORganya per la notte.  210 km.

4¬į giorno

Partenza breve tratto di asfalto poi a Col de Nargo’ inizia bellissimo sterrato di circa 40 km dentro una valle disabitata. Raggiunto asfalto dopo pochissimo costeggiamo nuovamente su sterrato il lago di Sant Antoni lungo una larga pista sterrata che termina a Tremp. Risaliamo verso nord e dopo poco prendiamo una pista sterrata scorrevole circa 24 km in una zona desolata ma affascinante raggiungendo piccole borgate isolate Superato El pont d’Orrit si susseguono sterrati alternati a tratti asfaltati fino alla discesa impegnativa verso Besians. Risaliamo nuovamente verso il villaggio abbandonato di Caballera lungo una pista forestale nel bosco per poi raggiungere il lago di Linguerre de Cinca dove pernotteremo. 220 km.

5¬į giorno

Partenza su asfalto verso Ainsa e dopo averla superata iniziamo il percorso di ritorno verso est con uno sterrato in una salita aspra fino a superaree il colle oltre il quale ove si apre una bella discesa su ampi prati verso il fondovalle. Si deve superarte un brevissimo tratto molto impegnativo (forse a spinta per le bicilindriche) su un tratto su stretta mulattiera. Si risale in quota e si alternano tratti sterrati ed asfaltati con scorci spettacolari sulle montagne circostanti. Arrivo al paese di Benes (18 abitanti) dove pernotteremo in un agriturismo caratteristico.  160 km .

6¬į giorno

¬†Partenza con trasferimento su asfalto poi si riguadagna la montagna e per tutto il giorno si percorrono strade in quota con salite e discese nel fondo valle. ¬†Superata Espui una bella strada¬† sterrata di circa 50 km ci permette di attraversare una zona naturalistica molto bella nel Parc dell‚ÄôAlto Pireneu . Qualche tratto pi√Ļ impegnativo, costeggiamo il Principato di Andorra ¬†fino a ridiscendere nella piana di Belver de Cerdanya ¬†¬†dove pernotteremo.¬† 240 km.

7¬į giorno

Partenza nella piana poi iniziare risalire sulle alture a est, tutto il giorno si alternano tratti asfaltati i e sterrati, alcune volte impegnativi si raggiunge Llorenc dove pernotteremo. 200 km.

8¬į giorno

Ultimo giorno, partenza con calma raggiungiamo un  castello isolato per r poi superare, lungo una pista sterrata  attraverso le montagne,  il confine della Francia ed arrivare su sterrato a Argelles. Possibilità di fare un bel bagno in mare cosa normale in questa stagione.  80 km. Eventualmente nel pomeriggio si potrà esplorare la zona su vari sterrati per chi ne avesse voglia….

9¬į giorno

Partenza al mattino con calma da Argelles e rientro in Italia in serata.


Quota di partecipazione:   1250 euro/gg per 9 giorni e 8 notti  + costo auto in appoggio (in funzione del numero di partecipanti)

Anticipo di 600 euro entro 90 giorni dalla data di partenza.

Saldo della restante quota di  650 euro + quota auto entro 30 giorni dalla data di partenza.

Costo auto + conducente  in appoggio per tutta la durata del viaggio : 2300 euro/numero partecipanti   (se ad esempio partecipano 10 piloti: 230 euro /cad)

Condizioni di partecipazione

Il viaggio verra’ effettuato al raggiungimento del numero minimo di  10 partecipanti.

La quota comprende:

  • Dal 1¬įgiorno : cena e pernottamento.
  • Dal 2¬įad¬† ad 8¬į giorno : colazione,¬† pernottamento.
  • 9¬į giorno : colazione.
  • Il trasporto dei bagagli su auto 4X4 al seguito, ¬†carrello trasporto moto per eventuale¬† recupero mezzi.
  • Presenza¬†¬† n¬į 2 guide in moto¬† per l‚Äôintero percorso.
  • Sistemazione in camere a 2/3 letti presso alberghi, agriturismi e rifugi di montagna in funzione della ricettivit√† degli esercizi esistenti. Lo standard di comfort e‚Äô quello medio allineato con l‚Äôofferta esistente in loco.
  • Le cene vengono consumate, se possibile, presso gli alberghi dove si pernotta ¬†o in ristoranti nelle¬† immediate vicinanze.

La quota non comprende:

  • Qualunque eventuale variazione richiesta alla formula di ‚Äú La quota comprende‚ÄĚ, eventuali camere singole, ¬†le cene ed i pranzi comprese le bevande (essendo questi legati alla situazione contingente sia dei tempi sia meteorologica).

Per i pranzi  cene e le bevande verra’ costituita una cassa comune al fine  di semplificare le operazioni di pagamento.


Il percorso può evidentemente subire delle modifiche in funzione delle condizioni meteorologiche ( ad es. presenza neve), nonché di eventuali divieti di transito introdotti prima del nostro arrivo.

I percorsi non sono tecnicamente impegnativi per√≤ richiedono una preparazione tecnica e fisica adeguata a tempi di guida di circa 7-8 ore al giorno. Si svolgono per il 60% su strade sterrate in alcuni tratti sassose, ma sempre con larghezza di almeno 1,5 ‚Äď 2 metri e percorribili con un veicolo 4X4.

Sono consigliati pneumatici tassellati tipo ‚ÄúKaroo‚ÄĚ o anche pi√Ļ specifici come Pirelli ‚ÄúRally Cross‚ÄĚ o Michelin ‚ÄúDesert‚ÄĚ. √ą possibile utilizzare pneumatici di tipo misto strada/enduro, ma con maggiore attenzione.

Ciascun socio deve dotarsi dell’ attrezzatura necessaria per provvedere alla sostituzione delle camere aria ed alla eventuale riparazione dei pneumatici tubeless del proprio mezzo.

√ą indispensabile un abbigliamento adeguato al fuoristrada (stivali, protezioni,ecc‚Ķ) e a possibili variazioni climatiche che, date le altitudini, possono portare ad abbassamenti anche forti di temperatura. Abitualmente ci si porta, oltre l‚Äôabbigliamento da moto, veramente poco altro perch√© si trascorre la maggior parte del tempo in moto.

Lo spirito del giro è quello del viaggio con soste per foto, spuntini ecc. in funzione delle preferenze della maggioranza dei partecipanti, ma la durata e la lunghezza del percorso e i vincoli delle prenotazioni negli alberghi richiedono l’ impegno nel rispettare i tempi stabiliti dal programma.

Viene espressamente vietato l’utilizzo del GPS per evitare che un eventuale uso non corretto delle informazioni sul percorso da parte di terzi porti in futuro a impedirne l’accesso. Nulla evidentemente impedisce di imparare a memoria l’itinerario.


Guarda la fotogallery
Galleria fotografica: Viaggio nei Pirenei ottobre 2013
Galleria fotografica ultima edizione: Pirenei in fuoristrada settembre 2014 2a SCHEDA DI REGISTRAZIONE EVENTO DEL: 21-09-2019 / 29-09-2019
loop-index.php