Appennini challenge in Piemonte durata 2 giorni

Appennini challenge in Piemonte durata 2 giorni

Percorso:
Durata: 2 giorni - moto mono e bicilindriche (queste se condotte da piloti esperti) - no BMW GS 1200.
Veicoli:
Moto fuoristrada monocilindrico Moto fuoristrada bicilindrico
Difficoltà:
Livello 2 alcuni tratti impegnativi , bicilindrici solo se condotti da piloti esperti
Sistemazione:
Alberghi ed agriturismo
Prezzo a partire da:
300.00 euro

Un viaggio dedicato al Piemonte Meridionale, poco conosciuto ma veramente splendido. La partenza è prevista da Cortemilia, antica cittadina di origine preromanica, un tempo importante centro di snodo commerciale per la sua collocazione tra le valli Bormida e Tanaro. Rimangono a testimonianza dell’antico insediamento i ruderi del castello con la torre circolare alta 30 metri e la Pieve romanica. Il giorno seguente,  procedendo verso sud,  incontriamo Merana, Dego e la zona  dei calanchi di Piana Crixia. Qui i  luoghi sono meno abitati, si attraversano boschi fitti e si procede su strade impegnative lungo i crinali delle colline.  Da qui si punta verso est sempre attraverso i boschi fino a Tiglietto e a Campo ligure. Nel resto del viaggio si incontrano antichi borghi, boschi  e crinali aperti. Si attraversa il cortile di un castello; si raggiungono alcune cime con ampia vista sulla Pianura Padana e sull’arco delle Alpi a nord. Il terzo giorno è previsto un tracciato molto tecnico nella zona di Arquata Scrivia, Mongiardino e Cabella,  con rientro in serata su asfalto alla base di  partenza.
Il percorso è molto vario e di difficoltà medio-alta ed è un’occasione per attraversare il Piemonte in modo insolito ed affascinante.
È un viaggio destinato ai veri cultori delle bicilindriche off-road e del loro impiego a 360°.

 1° giorno

•    Arrivo in serata in zona Cortemilia presso l’agriturismo.
•    Cena e pernottamento presso l’agriturismo. La cena sarà l’occasione per fare un approfondito “briefing” sul percorso, con tutte le informazioni e le considerazioni utili per uno svolgimento ottimale del giro.

2° giorno

•    Colazione.
•    Partenza alle ore 9.
•    Itinerario (lunghezza tappa circa 150  km):
•    Giornata dedicata alla parte sud delle Langhe.  Procedendo verso sud  incontriamo Merana, Dego e la zona  di calanchi di Piana Crixia. I  luoghi sono meno abitati, si attraversano boschi fitti e si procede su strade impegnative lungo i crinali delle colline.   Da qui si punta verso est attraverso i boschi fino a Tiglietto e a Campo Ligure. Proseguendo incontriamo antichi borghi. Si attraversano il cortile di un castello,  boschi fitti e crinali aperti; si raggiungono alcune cime con ampia vista sulla Pianura Padana e sull’arco delle Alpi a nord. Arrivo in serata nella zona di Gavi.
•    Cena e pernottamento in albergo o agriturismo  in zona.

3° giorno

•    Colazione.
•    Partenza alle ore 8.
•    Itinerario (lunghezza tappa circa 120 km  + rientro su asfalto alla base di partenza).    Giornata dedicata ad un tracciato molto tecnico con attraversamento di una zona di calanchi  e poi delle impegnative strade sterrate nei boschi  nella zona di Arquata Scrivia, Mongiardino e Cabella,  con rientro a sera su asfalto al punto di partenza.
Il percorso è molto vario e di  difficoltà medio-alta, un’occasione per attraversare il Piemonte in modo insolito ed affascinante.
•    Arrivo termine giro zona Cabella  alle ore 17.

 


Il viaggio verrà effettuato al raggiungimento del numero minimo di 10 partecipanti.

La quota comprende:

•    1° giorno: cena e pernottamento.
•    2° giorno: colazione, cena e pernottamento.
•    3° giorno: colazione.
•    Sistemazione in camere a 2/3 letti presso alberghi, agriturismi   in funzione della ricettività degli esercizi esistenti.  Lo standard di confort  e’ quello medio  allineato con l’offerta esistente in loco e vengono abitualmente utilizzati  durante questo viaggio.
•    Le cene vengono consumate presso gli alberghi dove si pernotta per facilitare la logistica e sono di standard medio con  la formula di “mezza pensione”.
•    Presenza di n°1-2 guide in moto per conduzione del gruppo
•    Servizio fotografico dedicato

La quota non comprende:

•    Qualunque eventuale variazione richiesta alla formula “mezza pensione”,  le bevande delle cene ed i pranzi comprese le bevande (essendo questi legati alla situazione contingente sia dei tempi sia meteorologica).
•    I  trasporto dei bagagli,   assistenza meccanica specialistica , il recupero mezzi
Per i pranzi verrà costituita una cassa comune al fine di semplificare  le operazioni di pagamento

 


Il percorso può evidentemente subire delle modifiche in funzione delle condizioni meteorologiche ( ad es. presenza neve), nonché di eventuali divieti di transito introdotti prima del nostro arrivo.

I percorsi non sono tecnicamente impegnativi però richiedono una preparazione tecnica e fisica adeguata a tempi di guida di circa 7-8 ore al giorno. Si svolgono per l’ 80% su strade sterrate in alcuni tratti sassose, ma sempre con larghezza di almeno 1,5 – 2 metri e percorribili con un 4X4. Non ci sono sentieri, se non in un paio di tratti, che possono essere comunque evitati se le condizioni lo dovessero richiedere.

Sono consigliati pneumatici tassellati tipo “Karoo” o anche più specifici come Pirelli “Rally Cross” o Michelin “Desert”. È possibile utilizzare pneumatici di tipo misto strada/enduro, ma con maggiore attenzione.

Ciascun socio deve dotarsi dell’attrezzatura necessaria per provvedere alla sostituzione delle camere aria ed alla eventuale riparazione dei pneumatici tubeless del proprio mezzo.

È indispensabile un abbigliamento adeguato al fuoristrada (stivali, protezioni, ecc…) e a possibili variazioni climatiche che, date le altitudini, possono portare ad abbassamenti anche forti di temperatura. Abitualmente ci si porta, oltre l’abbigliamento da moto, veramente poco altro perché si trascorre la maggior parte del tempo in moto.

Lo spirito del giro è quello del viaggio con soste per foto, spuntini ecc. in funzione delle preferenze della maggioranza dei partecipanti, ma la durata e la lunghezza del percorso e i vincoli delle prenotazioni negli alberghi richiedono l’impegno nel rispettare i tempi stabiliti dal programma.

Viene espressamente vietato l’utilizzo del GPS per evitare che un eventuale uso non corretto delle informazioni sul percorso da parte di terzi porti in futuro a impedirne l’accesso. Nulla evidentemente impedisce di imparare a memoria l’itinerario.


Guarda la fotogallery SCHEDA DI REGISTRAZIONE EVENTO DEL: 14-09-2018 / 16-09-2018
loop-index.php